venerdì 31 dicembre 2010

TANTI AUGURI DI SERENO E GIOIOSO 2011!!

Questo il mio augurio per voi con tutto il mio cuore.
Senza foto, purtroppo, dato che non riesco ad inserirla, se volete potete vederla su FB o su flikr, è una bellissima casetta degli uccelli innevata che ho trovato di fronte alla finestra della mia cucina e che mi piace tantissimo:))

A presto carissimi, iniziate bene e che il 2011 ci porti tangibile verso i nostri sogni:)
Vi abbraccio fortissimo, besos!
vostra pat

giovedì 30 dicembre 2010

Mele al forno speziate con gelato allo zabaione


Una semplicissima ricetta di grande effetto, perfetta per me in questo momento un po' sottotono e in sordina che spero passi presto. Vorrei semplicemente dormire un giorno intero crogiolandomi sotto il piumone senza che nessuno mi chiami e/o mi chieda niente. Invece devo preparare la partenza per la montagna e ho di nuovo il raffreddore quindi forze zero!!

Ecco due giorni sono passati e mi trovo già in montagna da ieri sera e, sperando che i collegamenti funzionino bene, spero di poter farvi vedere qualche foto e ricetta nonché gli auguri (innevati) per domani.
La ricetta la trovate sulla mia rubrica di Donne sul Web (purtroppo blogger da iPad non mi permette di linkare!!)
Vi abbraccio forte, a domani:)

venerdì 24 dicembre 2010

Buon Natale!



Poche parole ma tanto cuore per augurarvi un felice e sereno Natale in compagnia dei Vosti cari, un abbraccio, a presto:)
Patricia



lunedì 13 dicembre 2010

Il corso di panificazione con Paoletta e Adriano, il caffè di Liegi "a modo mio" e un panino semidolce di Adriano



Un piccolo post per raccontarvi un po' di cose.
Sabato e Domenica scorsi ho partecipato al corso di panificazione di Paoletta e Adriano.
Non ho parole per descrivere la mia gioia e tutto quello che ho imparato.
Paoletta e Adriano sono bravissimi (lo so, lo sapete già) Paoletta compettente, attenta, mai ferma un secondo (e devo dire che ci vuole una grande organizzazione!). Che dire di Adriano... ringraziarlo un milione di volte non sono mai abbastanza di fronte a tutte le cose che insegna e spiega, in pratica ti apre un mondo che per me era sconosciuto.
Preparatissimi, attenti, simpatici, ho imparato tanto e mi sono divertita un mondo, le risate non sono mancate, grazie di cuore a tutti e due!! 
La mia felicità è stata al culmine quando entrando in questa meravigliosa villa della Riviera del Brenta ho trovato la padrona di casa, la mia carissima Simona di Zucchero e Viole.
Sicuramente approfondirò questo corso anche con delle foto ma oggi voglio lasciarvi una ricettina semplice e deliziosa, il caffè di Liegi con qualche variante, come piace a me.
Io l'ho accompagnato con un panino semidolce fatto con Adriano, una delizia morbida e fragrante.
Vi abbraccio, a presto:)

Per 1 persona
1 tazzina di caffè espresso
Panna montata con cannella in polvere a piacere
cacao amaro, 1 cucchiaino
2 cucchiaini di liquore al dulce de leche

Preparate due caffè espresso o una moka da 2.
Versate in una tazzina grande da caffè un cucchiaino di panna montata e un cucchiaino di liquore al dulce de leche, mescolate.
Versate sopra il caffè appena fatto e aggiungete un ciuffo di panna, il cucchiaino di liquore rimanente, lasciandolo cadere a fili sulla panna e cacao in polvere.

martedì 7 dicembre 2010

Pizzoccheri alla Valtellinese


Acciaccata, questa è la parola per definirmi in questo periodo:(( Io spavalda, che tutto riesco a fare, proprio in questo momento pre-Natale il mio corpo protesta: 4 giorni di emicranie mai avute così forti prima e adesso ho preso un virus:( Questo per giustificare le mie assenze dai vostri blog e per chiedere venia e tempo, arriverò al più presto!
Sto comunque meglio (dolori sopportabili). La casa è già arredata per il Natale, mi manca solo il camino e l'ingresso:)
Vi lascio un piatto regionale ideale per questi giorni oramai invernali.
Ho mangiato i pizzoccheri per la prima volta tantissimi anni fa a Bormio, in un ristorante sulla piazza centrale. In quell'occasione avevano anche i funghi porcini (era Agosto), ed erano veramente  squisiti.
I pizzoccheri fatti in casa sono davvero buoni, niente a che vedere con quelli che si acquistano al supermercato e, tutto sommato, sono semplici da fare dato che l'impasto prevede solo farina di grano saraceno, farina normale e acqua. E' più semplice che fare la sfoglia per la pasta fresca e  non ha tempi di riposo. Potete anche passare l'impasto nella sfogliatrice, in questo caso lo passerete 2 o 3 volote sempre nel primo pulsante più largo e basterà così. Dopo disponete la striscia sul banco da lavoro leggermente infarinato e tagliate con un coltello non seghettato le striscei quadrati di sfoglia e poi le tagliatelle.
Mi piace molto servirli nelle ciotoline, dato ce il piato è già sostanzioso.
Oggi vi do la ricetta originale dell'Accademia del Pizzocchero.



Per 6 ciotoline o 4 porzioni abbondanti
400 g di farina di grano saraceno
100 g di farina 0
200 g di burro
250 g di formaggio Valtellina Casera dop a scaglie
150 g di formaggio grana gratuggiato
200 g di verze tagliate a striscioline
250 g di patate tagliate a cubetti
aglio, pepe, sale e salvia
Mescolare le due farine, impastare con acqua tiepida versata poco a poco (io ho usato 180 ml) e lavorarla 5 min. Con il mattarello o con la sfogliatrice tirare la sfoglia spessa 2-3 millimetri. Con il coltello tagliate delle fasce di 7 cm di lunghezza e queste vanno tagliate  a tagliatelle larghe circa 5 mm.
Cuocere in abbondante acqua salata le patate e le verze, dopo 5 min di bollore aggiungete i pizzoccheri. Dopo 8 min. (controlate la cottura) togliere tutto con una schiumarola, adaggiare un po' sul piatto, spolverate un po' di grana e il valtellina, disporre ancora uno strato e sopra ancora i formaggi.
In un padellino friggere il burro con l'aglio e la salvia, versare sopra i pizzoccheri. Servire senza mescolare.
Un abbraccio a tutti voi:)

mercoledì 1 dicembre 2010

Zimtsterne [biscottini di Natale #1]



E' già Dicembre.
Inevitabilmente pensiamo al Natale, al nuovo anno che si avvicina pieno di desideri e progetti e a questo anno che se ne va, anno duro ma che qualche soddisfazione ci ha sicuramente dato.
Dicevo Natale, lo aspetto e lo respiro, riempio ogni angolo della mia casa e del mio cuore con lo spirito e la atmosfera Natalizia.
Una mia abitudine pre Natalizia sono i biscotti: dalle classiche frolle a queste zimtsterne (stelle di Natale) dal sapore dolce e speziato-mandorlato con una bianca glassa di zucchero.
Sono semplicissime da fare e io le trovo squisite, ci vuole solo un tagliabiscotti piccolo a forma di stella.
Ideali anche queste da regalare dato che qui in Italia è difficile trovarle, una bella sorpresa che arriva dai paesi del Nord!

Per 80 stelline piccole
400 g di farina di mandorle
320 g di farina 00
200 g di zucchero a velo
120 g di zucchero semolato
4 albumi
2 cucchiai di cannella in polvere
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 puntina di cucchiaino da caffè di chiodi di garofano in polvere

Per la glassa
300 g di zucchero a velo
2 albumi

2-3 gocie di succo di limone

Accendere il forno e portare a 150°
Mescolare in una ciotola la farina di mandorle, la farina 00, lo zucchero a velo e quello semolato e la le tre spezie. Passare velocemente tutto al mixer, proprio 10 sec. in modo di amalgamare tutti questi ingredienti secchi.
Mescolare velocemente i 4 albumi e aggiungerli alle farine, mescolare sino ad ottenere una palla d'impasto.
Stenderlo con il mattarello di almeno 1 cm di spessore. Ritagliare le stelline e disporre in una teglia da forno con la carta forno. Cuocere 8-10 min. Raffreddare su una griglia.
Preparare la glassa sbattendo i due albumi, quando iniziano a schiumare aggiungere poco alla volta lo zucchero a velo, sbattendo bene ogni volta sino ad ottenere una glassa bella densa e brillante. Stendere la glassa con una spatolina e lasciar asciugare completamente, magari tutta la notte .