martedì 7 dicembre 2010

Pizzoccheri alla Valtellinese


Acciaccata, questa è la parola per definirmi in questo periodo:(( Io spavalda, che tutto riesco a fare, proprio in questo momento pre-Natale il mio corpo protesta: 4 giorni di emicranie mai avute così forti prima e adesso ho preso un virus:( Questo per giustificare le mie assenze dai vostri blog e per chiedere venia e tempo, arriverò al più presto!
Sto comunque meglio (dolori sopportabili). La casa è già arredata per il Natale, mi manca solo il camino e l'ingresso:)
Vi lascio un piatto regionale ideale per questi giorni oramai invernali.
Ho mangiato i pizzoccheri per la prima volta tantissimi anni fa a Bormio, in un ristorante sulla piazza centrale. In quell'occasione avevano anche i funghi porcini (era Agosto), ed erano veramente  squisiti.
I pizzoccheri fatti in casa sono davvero buoni, niente a che vedere con quelli che si acquistano al supermercato e, tutto sommato, sono semplici da fare dato che l'impasto prevede solo farina di grano saraceno, farina normale e acqua. E' più semplice che fare la sfoglia per la pasta fresca e  non ha tempi di riposo. Potete anche passare l'impasto nella sfogliatrice, in questo caso lo passerete 2 o 3 volote sempre nel primo pulsante più largo e basterà così. Dopo disponete la striscia sul banco da lavoro leggermente infarinato e tagliate con un coltello non seghettato le striscei quadrati di sfoglia e poi le tagliatelle.
Mi piace molto servirli nelle ciotoline, dato ce il piato è già sostanzioso.
Oggi vi do la ricetta originale dell'Accademia del Pizzocchero.



Per 6 ciotoline o 4 porzioni abbondanti
400 g di farina di grano saraceno
100 g di farina 0
200 g di burro
250 g di formaggio Valtellina Casera dop a scaglie
150 g di formaggio grana gratuggiato
200 g di verze tagliate a striscioline
250 g di patate tagliate a cubetti
aglio, pepe, sale e salvia
Mescolare le due farine, impastare con acqua tiepida versata poco a poco (io ho usato 180 ml) e lavorarla 5 min. Con il mattarello o con la sfogliatrice tirare la sfoglia spessa 2-3 millimetri. Con il coltello tagliate delle fasce di 7 cm di lunghezza e queste vanno tagliate  a tagliatelle larghe circa 5 mm.
Cuocere in abbondante acqua salata le patate e le verze, dopo 5 min di bollore aggiungete i pizzoccheri. Dopo 8 min. (controlate la cottura) togliere tutto con una schiumarola, adaggiare un po' sul piatto, spolverate un po' di grana e il valtellina, disporre ancora uno strato e sopra ancora i formaggi.
In un padellino friggere il burro con l'aglio e la salvia, versare sopra i pizzoccheri. Servire senza mescolare.
Un abbraccio a tutti voi:)

35 commenti:

  1. Hola Pat :) Adoriamo i pizzoccheri, non so se hai visto il nostro post su Livigno.
    I tuoi sono golosissimi ;)))
    Comunque riguardati e tranquilla anche se non riesci sempre a passsare, sappiamo che sei dei nostri...
    Besos dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  2. Graziee, mi ci volevano proprio queste parole!! vado a vedere Livigno, besos:)

    RispondiElimina
  3. Acci acci, sono i virus che hanno anticipato il banchetto natalizio approfittando della tua "disponibilità"?!?!?!? mhhhhh, gli facciamo un bel bercio insieme? Riguardati e riposati gioia, e con un bel piatto di questi pizzoccheri di sicuro torni in piena forma. Mamma che buoni ^__^ Un baciottone, in gambissima ;)

    RispondiElimina
  4. Buoniiiii i pizzoccheri!!!I piu' buoni li ho mangiati a Teglio, la patria del pizzocchero, e poi ovviamente a casa mia!!!eheheh

    RispondiElimina
  5. ...che sintonia, giusto ieri sera mio padre mi chiedeva di farli in questi giorni! E mi dicevo "beh si potrebbero anche pubblicare, no?"
    però io sono una lazzarona, la pasta in casa nn l'ho mai fatta, da noi vendono la vendono pronta.
    E pensa le coincidenze, ieri sera nel fare la spesa, ho comprato del grano saraceno, dicendomi che qualcosa ne avrei pur fatto. Vuoi vedere che provo a farci la farina con Bimby? Qui nn è facile trovarla di saraceno.
    Le coincidenze non esistono, è evidente che la cosa s'ha dda fare. Ti terrò al corrente!
    Rimettiti in fretta, un bacione ;)

    RispondiElimina
  6. che buoni i pizzoccheri!!!!!!!!!da provare sicuramente!!!! ti ricordo se hai voglia di partecipare al mio primo contest!!!!

    RispondiElimina
  7. Mi dispiace molto per la tua salute e ti auguro che passo tutto presto, baci
    non ho mai mangiato i pizzoccheri ...!

    RispondiElimina
  8. Adoro i pizzoccheri, certo che dopo devi sciare qualche ora (fondo) per smaltirli, ma ne vale veramente la pena, grazie per la ricetta, riguardati :-)

    RispondiElimina
  9. Che buoni!!! Ho visto qualche volta mia mamma che li faceva, ma ancora non ho avuto il coraggio di mettermi all'opera!
    Che donna che sei Pat! Complimenti..e ti auguro di stare meglio al più presto!!!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  10. mamma mia che invitanti!!!!bravissima!un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. Mmmmmmm, pizzoccheri!!! Anche io ho iniziato a farli dopo aver frequentato Livigno in settimane bianche, ma mai mi era passato per la testa di fare i pizzoccheri da sola!
    Quasi quasi.....
    :)

    RispondiElimina
  12. unite negli acciacchi mia cara Pat,vediamo di uscirne presto!Ricordo anche io con piacere i Pizzoccheri gustati tantissimi anni fa a Bormio,conservo la tua ricetta perchè non mi va di comperarli pronti, un bacione grosso....

    RispondiElimina
  13. Ciao! anche noi li abbiamo fatti home made qualche volta: sono un piatto ch eci piace davvero moltissimo: ricco e gustoso!
    baci baci

    RispondiElimina
  14. @ Federica: ho mangiato quella ciottolina proprio ieri, erano buonissimi, forse un po' spessi, ma con tutte queste verdurine!!! mmmhh besote e grazie:)
    @burrofragola: li adoro! grazie di essere passata di qui:)
    @ Cinzia: maddai! Comunque come pasta fresca l'ho trovata più semplice da fare che la sfoglia normale, l'unica cosa è meglio tirarla con il matterello, fammi sapere! Besos
    @Sara: ciao, si scusa, vengo a vedere volentieri:)
    @Stefania: mai, proprio mai? prova, ti piaceranno!
    @ Libera: ma, dipende della quantità e, diciamo che il problema è il burro e il formaggio che si può dosare o gratinare al forno... volendo... besos:)
    @ Silvia: sono di una semplicità disarmante! tesoro, tu mi risollevi sempre il morale, merci:))
    @ Federica: grazie, bacio:)
    @ Dani: sono semplicissimi, ti garantisco! io li ho fatti un po' grossi perché ero di frettissima ma erano buonissimi lo stesso!
    @Chiara: come prosegue? rimettiti presto! comprarli non ne vale la pena, sono talmente facili! poi, alcuni li ho congelati e altri seccati, vedremmo quali vengono meglio, ho pizzoccheri per tutto l'inverno! besos:)
    @ Manuela e Silvia: quanto sono buoni? besos!

    RispondiElimina
  15. Confermo!!!
    I pizzoccheri sono buonissimi!!!
    non li ho mai fatti in casa, mi ricordo che li ho assaggiati al ristorante di un albergo mentre ero in gita alle superiori in settimana bianca... se mi dici che fatti in casa sono anche migliori... ok aggiungo la tua ricetta alle cose to do :D

    A presto, e vedrai che ti rimetterai in forma prestissimo ^_^

    RispondiElimina
  16. mi spiace che nn stia benissimo!!ma questi pizzoccheri sono uno spettacolo

    RispondiElimina
  17. Grazie per la ricetta e spero davvero che al più presto tu sia in perfetta forma, ciao Flavia

    RispondiElimina
  18. Intanto spero le emicranie sian passate e poi ti faccio i complimenti...i pizzoccheri così li ho fatti una volta....però io presi quelli pronti! :)
    tu sempre più brava invece!
    bacioni

    RispondiElimina
  19. Cosa darei per quel piattino................

    RispondiElimina
  20. Pat...mi spiace per l'acciaccamento..ma con questi pizzoccheri deliziosi sembra che sei al massimo della forma..Baci

    RispondiElimina
  21. anche acciaccata riesci a postare ricette sfiziose con foto eleganti! cara donna dalle mille risorse ,i pizzoccheri sono un piatto super mega godurioso che non posso fare perchè marie antoinette anni fa li aveva mangiati ma era stata male...:-( ma io non perdo occasione di mangiarli quando vado al lago dai miei zii (zona varenna, lago di como, zona di pizzoccheri, casera e bitto e il mitico vino "inferno") mi piacciono da matti ! la tua presentazione fa dimenticare la natura contadina di questo piatto dando una nuova connotazione più elegante e...à la page! ti abbraccio forte e ti auguro di guarire presto!

    RispondiElimina
  22. Li ho mangiati, apprezzati ma non li ho mai preparati. Magari potrei provare...li ricordo davvero buonissimi.
    Un bacione carissima e guarisci in fretta che la blogsfera ti aspetta :D
    Un bacione

    RispondiElimina
  23. Pat, riprenditi presto, ci sono tante cose da fare. :) Mi piace molto questa ricetta per i pizzoccheri, copio ed incollo! Tanti cari auguri di veloce ripresa.
    Ah, se passi a trovarmi c'è un piccolo pensierino per te.
    Baci

    RispondiElimina
  24. un piatto corroborante, giusto per le fredde temperature !! mi raccomando,Pat,rimettiti in forma presto, che ti aspettano mille impegni!!
    bacioni ;-))

    RispondiElimina
  25. Ma questi pizzoccheri sembrano gustosissimi! Io li adoro, anche se non fanno parte di quei piatti che preparo spesso, ogni volta che li mangio è una vera è propria festa. Complimenti!

    RispondiElimina
  26. @Erica: sono buonissimi e semplici da fare
    @Mirtilla: grazie:)
    @ Flavia: Grazie, bacio:)
    @Terry: Grazie tesoro, a presto:)
    @Simo: :)
    @Simonetta: besote, grazie:)
    @Laroby: grazie bella:) già, mi piace servire i piatti poveri con un certo tono e i "ricchi" in modo easy, tanto per sdrammatizzare un po' ! ti abbraccio:)
    @viola: sono davvero semplici. Sbaglio o ci sei anche tu a Dolo con Paoletta? spero di si:))!!
    @ Elena: mamma mia, ho paura di non avere l'energie necessarie!!! ad ogni modo ce la farò!!!
    @ carol: ma Bonjour!!! ce la farò? seeeee!!!! besote
    @ Pensieri: Anche per me è una festa e me la sono organizzata bene perché ho due sacchetti congelati di pinzzoccheri!! :)

    RispondiElimina
  27. Ho avuto modo di assaggiarli una volta sola e non mi erano piaciuti per niente... Ma il problema non erano loro (poverini!), ma la cuoca! ;)
    Scommetto che i tuoi susciterebbero tutto un altro effetto!!!

    RispondiElimina
  28. Patricia! Grazie per essere passata da me..e..che dire??Complimenti, questo blog è un posto dolce in cui stare...ho già adocchiato tantissimi post da andare a leggere...devo recuperare!
    Baci.
    Laura@RicevereconStile

    RispondiElimina
  29. Ho sempre avuto il desiderio di provarli...Una volta ho comprato quelli al super,ma non mi hanno convinta!!Le tue ciotoline invece sono davvero invitanti!!Complimenti!!

    RispondiElimina
  30. @ Carolina: allora bisognerebbe che tu li provassi ben fatti, per sapere almeno se ti piacciono oppure no!
    @ Laura: benvenuta e grazie:) Anch,io devo ricuperare da te!
    @Damiana: sono semplicissimi da fare in casa, un caro saluto:)

    RispondiElimina
  31. I pizzoccheri sono fenomenali in una fredda giornata d'inverno...e un must in montagna. Brava! Complimenti anche per il blog.
    Vieni a trovarmi, sto organizzando una raccolta di cinericette natalizie, forse ti può interessare. A presto!

    RispondiElimina
  32. @passiflora: è vero, sono ricettine che scaldano il cuore. Passo da te al più presto:)

    RispondiElimina
  33. veramente una meraviglia questa ricetta... calda e riconfortante in queste giornate fredde... Buon weekend! Giorgia

    RispondiElimina
  34. Buonissimi!Ho tentato di farli in passato, ma si sono spappolati durante la cottura!
    Provero' la tua ricetta,ho giusto della farina di grano saraceno a casa.
    Complimenti e bacioni.

    RispondiElimina