mercoledì 8 gennaio 2014

Tortilla de papas española, su Majestad! Y Olé!





Lo so che avete cucinato abbastanza per le feste, lo so che aspettate un decotto purificatore o una tisana, ma qui, a casa mia la gente ha fame, e io devo continuare a cucinare.
La tortilla é per gli spagnoli come i tortellini per i bolognesi o la parmigiana di melanzane per i campani, o come un ceviche o una causa limeña per i Peruviani.
Così tradizionale, semplice, umile, famigliare, popolare, economica.
Così spagnola, puo essere un pasto completo o una tapa.
Si possono utilizzare tantissimi ingredienti, a seconda della stagione.
Questa é la classica: patate e cipolle, spesso si aggiunge anche il chorizo colorado (salame piccante).
Pensate sia facile? Una frittata, insomma?
NO, non é così. Ci vuole un metodo ed esiste anche qualche tradizione e segreto.
Ricordo che a casa si teneva una padella di ferro che non si lavava mai e che si usava solo per la tortilla.
Veramente io uso la padella antiaderente, in quella di ceramica non viene bene, non ci provate neanche.
Il segreto é dorare la tortilla il meno possibile, le uova non devono assolutamente diventare marroni o bruciacchiate, per carità!
Il centro deve essere morbido e cremoso al punto giusto, ma dipende dai gusti, ad esempio questa é ben cotta (e senza salsiccia piccante) perché l'ho fatta per i miei figli, a loro piace così.
É meglio che le uova non siano fredde ma a temperatura ambiente.
L'uovo sbattuto deve amalgamassi bene con le patate passate in padella, che risulteranno praticamente disfatte.

Ingredienti:
3 patate grandi tagliate a fettine
4 uova grandi sbattute
1 cipolla tagliata a fettine
Sale q.b.
Olio extravergine q.b.
Strutto 1 cucchiaio

In una padella grande, scaldate abbondante olio e lo strutto, una volta caldo, aggiungete le cipolle, fatele cuocere 5 min. E poi incorporate le patate, mescolate bene e fatele cuocere mescolando ogni tanto. Non sono patate fritte ma semplicemente cotte. Quando diventeranno tenere, rompetele con il cucchiaio di legno mescolando, in modo che diventino piccoli pezzettini. Ritiratele con una schiumarola lasciando andare l'olio, salate e lasciatele raffreddare in un bowl.
Una volta fredde mescolarle bene con le uova sbattute.
Scaldare olio in una padella di 24-26 cm di diametro. Una volta ben caldo, disponete le patate con le uova, appiattite bene, lasciate cuocere per 3 min circa e abbassate il fuoco. Muovete ogni tanto la padella. Quando i bordi si saranno rappresi bene, girate la tortilla aiutandovi con un piatto e riversatela nella padella sempre calda.
Se vi piace piuttosto cremosa all'interno, cuocetela ancora 5 minuti a fuoco basso, altrimenti potete girarla ancora una o due volte.



Posted using BlogPress from my iPad

7 commenti:

  1. encantada!!adoro le tortilla :)

    RispondiElimina
  2. La patata in cucina è regina ...recitava un adagio di " qualche" anno fa e io sono pienamente d' accordo!!! Se poi le abbiniamo alla cipolla e la facciamo dorate anche pochino ...bè allora diventa un piatto da re ... �� un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby, condivido! adoro le patate in qualsiasi tipo di preparazione :) Besos

      Elimina
  3. Gli aggettivi che hai scelto per descrivere la tortilla "tradizionale, semplice, umile, famigliare, popolare, economica" fanno ben comprendere quando forte sia il legame fra un popolo ed il "suo" piatto.
    La amo....e mi piace abbondare con la cipolla:))

    Saluti liguri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io, e cucinandole in un po' di strutto sono una delizia!

      Elimina
  4. Brava ci hai messo la cipolla!!!! Senza cipolla per me non vale tanto…. In Spagna ci sono 2 scuole di pensiero: con o senza cipolla…. Poi ce ne sono altre 2: liquida o soda al centro…. io soda. La tua tortilla rispecchia appieno i miei gusti :)
    La differenza con la nostra frittata é che noi buttiamo le uova sbattute nella padella dove ci sono le verdure od altri ingredienti fatti rosolare, mentre la per la tortilla, si sbattono le uova e nello stesso recipiente vi si buttano gli ingredienti rosolati, quindi in questo caso patate e cipolla e si amalgama bene il tutto, poi si versa nella padella con un filo d'olio caldo. Io trovo che questa sia la differenza principale. Poi le patate chi le frigge a fettine sottili, sottili, chi le fa a cubetti… :)

    RispondiElimina