giovedì 26 gennaio 2012

Cardi alla parigina gratinati. L'apparenza, [a volte] inganna ;)




Buongiorno!
Ieri al mercato di Prato della Valle, presa da un attacco di delirio di fronte a verdure e ortaggi ordinatamente esposti sui banchetti, scanditi da colori brillanti e ben studiati, ho acquistato più di 10 kg di verdure :))
Del resto, le verdure e ortaggi cucinati in modo sfizioso sono una delle mie passioni.
Tra queste, 3 kg di cardi che ho mangiato ma, chissà perché, non ho mai cucinato.
In un attimo penso tutto quello che potrei fare, ravioli, una tatin dolce salata, un soufflé, li potrei caramellizzare e avvolgere in quella pasta kadaifi che mi aspetta la in frigo!
Chiedo alla signora del banchetto come potrei farli (così, per sentire se magari lei ha in mente una cosa che io non so).
La sua risposta mi delude, due volte: li può fare gratinati al forno - mi risponde - con la besciamella (disgusto, le mie labbra si spostano completamente a sinistra, gesto che vuol dire che la cosa non mi piace e che mi sento profondamente contrariata).
Altrimenti Signora Levis -continua - guardi su Internet, se fa una ricerca troverà tante ricette, anche con la foto seto...





Presa da un raptus di ira ordino 3 kg.
Lei mi guarda come a una figura mitologica e, più tardi, nella mia cucina avrò capito il perché.
Arrivo a casa trascinando il mio pesante ma fedele carrello della spesa, straripante di verdure, tutti mi guardano e sorridono, io sono Felice con le mie verdurine verso casa e inizio a pensare cosa farò con i cardi, naturalmente tutto tranne gratinarle al forno :((







La faccio breve, ci metto una vita a pulire i cardi perché, in teoria bisogna togliere i filamenti, le parti laterali ecc.
Nella seconda cottura dei cardi, scopro che non serve pulirli così ma che basta lavarelli e tagliarli a pezzetti di 5 cm più o meno. I filamenti una volta cotti non si sentono nemmeno. In alcuni libri diceva di bollire i cardi in abbondante acqua e un po' di farina ma io non l'ho messa dato che non ho capito a cosa serva.
Concludo, ormai in disperazione, facendo i cardi alla Parigina e il risultato è davvero strepitoso! Il sapore complessivo risulta delicato ma particolare, latteo, infantile, avvolgente e sontuoso.
Non mi criticate, ho aggiunto qualche ciuffo di panna prima di infornare ;))
La ricetta è di una semplicità disarmante e il risultato e assicurato, perfetto per queste fredde giornate:)

Ingredienti:
per una teglia media da forno
1 kg di cardi puliti, tagliati a pezzi e privati dalle foglie
Grana padano grattugiato q.b.
sale affumicato q.b.
pepe bianco Muntok q.b.
burro q.b.
panna fresca da cucina q.b.

Per la besciamella:
1/2 litro di latte intero di buona qualità
50 g di farina
50 g di burro
sale q.b.
In un pentolino sciogliete il burro, aggiungete la farina e, con una frustina, mescolate velocemente sino a formare una roux. Aggiungete il latte in una volta sola e continuate a mescolare fino a bollore. Sbassate la fiamma e cuocete ancora un po'. Ritirare dalla fiamma e coprire con pellicola in modo che la superficie non indurisca.

In una pentola con abbondante acqua bollente, versare i cardi già puliti, lavati e tagliati e far bollire circa 1/2 ora. Verificate la cottura, devono essere teneri ma non spappolati.
Preparate in un recipiente dell'acqua con ghiaccio e un limone spremuto.
Una volta cotti i cardi, scolarli e versarli nell'acqua acidula.
Imburrare una teglia da forno, disporre uno strato di cardi, salare con il sale affumicato e poco pepe, coprire con la besciamella, due o tre ciuffi di panna e il grana grattugiato. Ripetere l'operazione ancora una o due volte. Finire con la besciamella in superficie, grana e un po' di pepe macinato.
Infornare a 170 gradi per 15-20 min e poi 10 min in grill superiore, per creare la mitica e deliziosa crosticina.


Posted using BlogPress from my iPad

10 commenti:

  1. Questa ricetta mi piace da impazzire, e questa apparenza mi piace veramente molto!!! XD

    RispondiElimina
  2. Devono essere buonissimi....io ne ho uno solo di cardo, me l'ha regalato mia suocera....ma è un po' pochino!!! Dovrò comprarne ancora!! Ciao

    RispondiElimina
  3. Que rico!!!
    Feliz viernes
    Un besito ^^
    http://janakitchen.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. Hai ricevuto un premio !Guarda nel mio blog ! Ciao !

    RispondiElimina
  5. Adoro los cardos!! Desde que vivia en Argentina, aunque en Misiones habia que tener mucha paciencia y suerte de que llegaran ( me preocupaba de encargarlos expresamente!).
    Los he cocinado de muchas maneras pero hay una receta a la que no renuncio nunca y es con la Bagnacauda, para mi lejos, la mejor combinaciòn! Un beso y Buona Domenica! Sil.

    RispondiElimina
  6. limone e farina servono per mantenerli chiari...dice il cucchiaio d'argento :-))
    poi alla fine la signora aveva detto bene eh !! un bacione Pat !!

    RispondiElimina
  7. Buoni i cardi, anch'io li ho mangiati, ma mai preparati. La tua ricetta mi puace proprio!

    RispondiElimina
  8. wooooooooooow che delizia! complimenti, un bacio :)
    ps: ho realizzato un nuovo concorso "Fashion Food": in premio 100 euro di shopping! Ti aspetto :)

    RispondiElimina
  9. Complimenti per questo piatto...preparato così mi attira molto e mi fà una gola !!! Un saluto Roberta !

    RispondiElimina
  10. Bellissima ricetta! Se vuoi visitare anche il mio blog di cucina! a presto

    RispondiElimina