martedì 6 dicembre 2011

Biscotti allo strutto e marmellata di ribes (non fatevi ingannare)




Ma che carini questi biscottini, ha detto una mia conoscente. Sono perfettini come te!! bellini!!! saranno sicuramente così delicati.... burrosi.....(#}%*+] :(
Intanto che lei parlava ho pensato che questi biscottini mi somigliano proprio, carini, semplici all'apparenza, quasi innocenti...il cuore è di strutto però, saporito, forte, presente ed elastico, con quella ironia acidula che talvolta mi prende, come la marmellata di ribes.
Oohhh, ma che saporiti, esulta! sorprendenti! ma cosa ci hai messo?? ohh niente, rispondo, sono banali frollini al burro (e vai a quel paese) ;))
Potrebbero essere anche biscottini di Natale ma, vi confesso, quest'anno la regina di casa, sempre stata regina del Natale, sogna piacevoli tropici e, difatti, l'albero di Natale ancora non sta in piedi in questa casa, e la scatola dei bikini è ancora nel primo ripiano del mio armadio, piuttosto che in quello più alto, come se aspettassi che qualcuno mi dicessi: dai...partiamo...
"La regina si annoia" diceva ogni tanto mia mamma.

Passiamo a cose serie: la frolla con lo strutto e STELLARE!! la preferisco a quella al burro. Del resto io lo strutto lo adoro, lo utilizzo ad esempio per le mie empanadas, al posto dell'olio in certe preparazioni, insomma, a casa non manca mai.
Ho usato la marmellata di ribes che sgrassa bene il sapore di questa frolla creando un equilibrio perfetto.
Non avendo una ricetta collaudata, tempo fa ho chiesto su Facebook questa ricetta e ne ho avuto 4 da Claudia, Manuela e Lydia alle quali ringrazio di cuore. Le proverò tutte e quattro ma ho deciso di iniziare con la prima, quella di Claudia C. deliziosa amica di FB. Grazie Claudia, ecco la tua ricetta deliziosa che trascrivo qui:

500gr. farina 00
175 gr. strutto
175 gr. zucchero
1 uovo intero
50gr di acqua o latte o miele
2gr. di ammoniaca
1/2 bustina di lievito
i semi di una bacca di vaniglia
scorza del limone grattugiata

Il procedimento è lo stesso della frolla al burro:
miscelare prima tutti gli ingredienti liquidi con lo zucchero e poi aggiungere la farina, l’ammoniaca e il lievito. In ultimo gli aromi.
Formare la palla e mettere coperta con la pellicola in frigo per un'ora :)
Stendere l'impasto con il matterello e formare dei biscottini oppure utilizzarla per una crostata con marmellata a scelta.
Infornare i biscotti per 6 minuti a 180 gradi, sino a vederlo appena dorati.
Riempire con la marmellata e unirli.

- Posted using BlogPress from my iPad

7 commenti:

  1. Per quanto molti si facciano prendere dal panico leggendo “strutto” fra gli ingredienti, mi sento fuori dal coro. La frolla con lo strutto l’hai definita bene, è STELLARE. Come insuperabile è l’ammoniaca per i biscotti. Per ora la immagino la deliziosa bontà di queste piccole meraviglie ma stai sicura che saranno presto sulla mia tavola e non per essere solo ammirate. Un bacione e...chissà mai che non arrivi Babbo Natale col biglietto ^__^

    RispondiElimina
  2. Pensa che ho dell'ottimo strutto, genuino che fa decisamente la differenza.... copio...copio... subito, grazie e buona giornata, baci, Flavia

    RispondiElimina
  3. lo strutto mi lascia sempre un pò perplessa...certo che dalle tue foto il risultato sembra strepitoso!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Lo strutto negli impasti per i dolci non l'ho mai usato, ma ti credo sulla parola! Mi hai troppo incuriosita, voglio proprio provare questa fantastica frolla! ;-)

    RispondiElimina
  5. brava pat!!!!!!!!!!!!!!! che cosine belle che fai
    :)
    b

    RispondiElimina
  6. Non so dove sentìì che lo strutto è di gran lunga migliore...

    vorrei essere anche io ai tropici ..

    che dici un bel succo di frutta tropicale e i tuoi biscottini e bikini ... ci stai ???? ;)

    RispondiElimina
  7. Buonissimi, anch'io utilizzo lo strutto soprattutto per preparare i biscotti tipici natalizi. Bella ricetta, buona giornata

    RispondiElimina