giovedì 3 novembre 2011

Lingua con chimichurri verde (io adoro le frattaglie :)


Credo che sia la terza ricetta di frattaglie che cucino per questo blog.
Resta il fatto che io ami tantissimo le frattaglie.
In genere le frattaglie mi piace mangiarle alla piastra e, magari, accompagnate da qualche salsina. Solo il fegato lo cucino più elaborato, tipo alla veneziana.
Le mie preferita sono senza dubbio le animelle e il rognone.
Senza volervi inorridire aggiungerei che sono deliziosi i testicoli del toro, che sono tipici nelle churrasquerias brasiliane e la ubre della mucca da latte (di razza Holando Argentina, quella bianca pezzata nera) di una morbidezza incredibile e con un caratteristico sapore latteo, appunto.
Oggi ho preparato invece la lingua che ho accompagnato con un semplicissimo chimichurri verde su una base di citronette piuttosto che vinaigrette.
La lingua va cotta bollita, in Argentina si serve solitamente come aperitivo e a mio padre e a me piacevano moltissimo mentre mia madre si ritirava letteralmente dalla sala da pranzo, praticamente schifata!
Prepararla è semplicissimo: la lingua di bovino va messa in a acqua fredda salata e portata a bollore con carote, sedano, cipolle, aromi e due denti d'aglio.
Diciamo che per mezzo kg di lingua ci vuole una cottura di circa 1 ora- 1 ora 1/4. quando è tenera la ritirate dal vostro brodo, la lasciate riposare 5 min e cominciate a spellarla. Dopo la taglierete a fettine sottili.

Per il chimichurri verde su citronette: sciogliete un cucchiaino di sale nel succo di un limone piccolo, aggiungete 1 paio di cucchiai olio evo, un dente d'aglio tritato piccolissimo, sale, pepe e appena una puntina di peperoncino.
Poi aggiungete 3 scalogni tritati finissimi a coltello e tre cucchiai di prezzemolo, anche questo tritato molto sottile.

Servite la lingua con questo chimichurri verde che da un vibrante tocco di sapore, fresco ma intenso e leggermente acidulo.
Completate con qualche fiocco di sale affumicato qua e là.

- Posted using BlogPress from my iPad

9 commenti:

  1. Mai mangiato questo piatto ma un ottimo aspetto!! complimenti cara!! A presto!!

    RispondiElimina
  2. anch'io adoro le frattaglie, al contrario di molta gente... so che pensandoci è un pò macabro, ma hanno un ottimo sapore! complimenti, la tua ricetta sembra golosissima! un bacio!

    RispondiElimina
  3. Ottimo, anch'io adoro le frattaglie in tutte le salse. Grazie.
    Mandi.

    RispondiElimina
  4. Sulle frattaglie passo la palla, ma la lingua è davvero squisita, con il chimichurri poi, yummy!Bravissima Pat un bacione

    RispondiElimina
  5. Mai preparate delle ricette con le frattaglie e credo che mi perdo davvero tanto devo rimediare magari inizio con questa bellissima ricetta!!baci,imma

    RispondiElimina
  6. ciao patricia!
    le frattaglie mi fanno un po' senso, però mia suocera fa una lingua buonissima e non riesco a non mangiarla!!!!!
    un bacio :-)

    RispondiElimina
  7. adoro la lingua, soprsttutto con la salsa verde. Questa tua versione al limone e scalogno è assolutamente d provare...

    RispondiElimina
  8. mi piace la lingua, non è molto che l'ho scoperta anche se all'inizio mi faceva un pò senso, ma mia suocera me l'ha cucinata divinamente e ora l'apprezzo molto. Mi segno questa ricetta cosi potrò provare anche io! un bacione Ely

    RispondiElimina
  9. ciao carissima, io invece non le amo proprio, o meglio, devono essere "nascoste" (tipo la lingua coperta di salsa verde...) o non devo sapere cosa mangio...si lo so sbaglio ma mentre di dolei assaggerei qualsiasi cosa nell'ambito "carne" sono più "spinzia" (così diceva mia nonna che vuol dire "difficile" ma con tono da "ma quanto la fai lunga..." o "ma quanto te la tiri...") foto perfetta! :-) un grande abbraccio

    RispondiElimina