lunedì 27 settembre 2010

Conserva di fichi segalini caramellati al brandy con lime candito

Adoro l'autunno, adoro la luce vibrante ma difusa di questo periodo, la brezza leggera e gentile, i colori che a fine Ottobre raggiungono il massimo splendore.
Adoro passeggiare nei boschi, raccogliere i frutti meravigliosi che l'autunno ci da. I primi di questi sono i fichi che tra tutti sono i miei preferiti.
Ho trovato qualche giorno fa gli ultimi segalini, piccoli e sodi, adatti per essere seccati o caramellati.
Ho realizzato tutti e due.
Questa e la conserva, semplicissima da fare.
Mi piace molto l'abbinamento fichi-limone che rinfresca il sapore e accentua quel pizzico di acidità. Questa volta ho usato il lime caramellando anche la buccia che dopo mangio molto volentieri.
Questa ricetta è un classico, con gli anni però ho modificato la ricetta e l'ho realizzata a mio gusto.
Dal titolo della ricetta  potete capire gli ingredienti che contiene, cosa che a me piace molto perchè so così a cosa vado incontro, il titolo lungo non vuole essere ridondante insomma, ma farvi capire al volo gli ingredienti.



Per 1 kg di fichi segalini:

400 gr di zucchero muscovado
150 gr di zucchero eridania
60 ml di brandy di jerez
2 lime (succo e scorza)
Lavate i fichi e disponeteli in piedi in una padella di sautè che li possa contenere tutti stretti uno a fianco all'altro (per dire, con un kg di questi fichi riempio completamente una sautè di 26 cm di diametro).
coprite con lo zucchero, irrorate con il succo di lime e il brandy. Tagliare le scorze di lime a strisce e aggiungere anche queste. Lasciar coperto una notte intera.
Il giorno dopo portate a ebollizione a fiamma bassa e fate sobbollire per 15. Coprite la sautè con il coperchio sino al giorno dopo, nel quale ripeterete l'operazione.
Il terzo giorno sterilizzate i vasetti e portate a bollore per 5 minuti, spegnete il fuoco e riempite i vasetti, chiudeteli e capovolgete per creare il sottovuoto.
Mi piace servirli con un ciuffo di panna montata (ormai ho sempre il sifone pronto!!) e due biscottini tipo baicoli o lingue di gatto
Si conservano a lungo, il mio massimo è stato un anno.

Volevo anche ricordarvi il blog candy di Imma che compie due anni del suo meraviglioso blog. Imma è veramente una maestra della pasticceria, ogni sua opera è una deliziosa perfezione:))
Buon bloganno!!

Un abbraccio a tutti, vi auguro buona settimana :)

26 commenti:

  1. Qui i fichi sono praticamente scomparsi e quets'anno non ho avuto neanche il piacere di un assaggio come si deve. Il titolo di questa ricetta è poesia per le papille. Un abbraccio, buona settimana

    RispondiElimina
  2. cercherò di trovarli, mi piace un sacco questa ricetta!Buona serata Patricia...

    RispondiElimina
  3. Adoro i fichi, prenderli dall'albero belli maturi e mangiarli, cosa che qui non posso fare, ma ogni tanto trovo i fichi neri e ne faccio conserve, anche io col lime ma senza buccia {non e' amara?} e assolutamente senza brandy, in India i liquori sono terribili.
    Mi ispira molto il tuo metodo simile a quello che uso io per lo zenzero, quindi prendo nota per la prossima volta. Grazie!

    RispondiElimina
  4. Che ricetta deliziosa. Quest'anno la produzione di fichi non è stata un granchè e mi è rimasta la voglia sia di mangiarli che di prepararli come confettura o altro.
    Questo sistema di preparazione non lo conosco e mi sembra molto interessante. Lo segno per future sperimentazioni.
    Un bacio e a presto

    RispondiElimina
  5. Questa ricetta mi sembra fantastica la salvo e la provo i fichi mi piacciono tantissimo.
    grazie per la tua visita.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  6. fichi, autunno...sapori&colori, profumi&delizie gourmand ! bravissima, come sempre ! un caro abbraccio

    RispondiElimina
  7. Buoni, con la panna poi devono essere una meraviglia! Buona settimana anchea te.

    RispondiElimina
  8. L'autunno è adorabile anche per noi... e la tua proposta di oggi è particolarmente interessante... Ciao Pat un bacione e buona settimana da i viaggiatori golosi...

    RispondiElimina
  9. proverei anche una crostata con questi fichi deliziosi ;-))

    RispondiElimina
  10. ciao pat,
    ho un mancamento davanti a questa confettura..... ne sento il profumo e il sapore anche on line!!!!!
    :DDDDD
    un bacione
    b

    RispondiElimina
  11. Tengo que esperar hasta febrero...ya sabes y voy a estrenar esta delicia tuya con los amigos argentinos...Besos

    RispondiElimina
  12. che goduria....sto appunto prendendo un tè. Brava

    RispondiElimina
  13. @Federica: è vero, quest'anno i fichi non sono un granchè, solo questi gli ho trovati davvero buoni:) Bacio
    @Chiara: Grazie, fammi sapere!
    @Chamki: Ma sai che a me piace quel pizzico di amarognolo che poi, diciamocelo, nel lime la buccia e più sottile e meno amara...vengo a vedere il tuo zenzero! A presto:)
    @Giulia: ma che gentile:)
    @Viola: Io mi trovo bene con questa cottura, devi solo stare attenta che rimanga parecchio sciroppo e che non si secchino troppo:) Besos
    @Cristina: Grazie a te, hai delle ricette davvero buone, a presto!
    @laroby: Grazie cara, ti abbraccio anch'io:)
    @Sabri: è proprio così, perchè secondo me, la panna montata senza zucchero(o anche il gelato fiordilatte) arrotondano molto bene il sapore;)
    Come va l'inserimento... anzi la gastro...? spero meglio:)
    @Mirtilla: Grazie:)
    @Marco: Un abbraccio a voi:)
    @Carol: e già... magari una fangipane... smack:)
    @Babs: Bacione anche a te!:)
    @Simonetta: esta es como la que comiamos a punta del este, Conaprole, bien acaramelada...quizas si existe ancora! besos:)
    @Francesco: grazie, un abbraccio, a presto:)

    RispondiElimina
  14. Che bontà...li voglio anche io!!!!!Bacio

    RispondiElimina
  15. Ciao Pat!!
    Si è passata ora stò meglio!!
    baci
    Paola.

    RispondiElimina
  16. Molto buona, il lime dà un tocco d'etate alla conserva, immagino che abbia un buon profumo!

    RispondiElimina
  17. Ciao Patricia, mi ritrovo qui dopo lungo tempo... non so neppure io come ti abbia potuto perdere di vista!! Come sempre le tue ricette sono entusiasmanti, hanno un chè di perfetto che le rende uniche... complimenti. Sono contenta di averti ritrovata!! Un abbraccio. Deborah

    RispondiElimina
  18. Ciao Pat, complimenti tesoro è una preparazione dolce e raffinata!!! brava!!! ;-D

    RispondiElimina
  19. Siamo in sintonia, adoro pure io l'autunno e pure i fichi! deliziosa quest'idea per conservarli e gustarseli!
    baciiii

    RispondiElimina
  20. @Ambra: grazie, un abbraccio:)
    @Paola: Allora tutto ok! a presto cara, besos:)
    @Tania: esatto, il lime da una punta di fresco... e un buon aroma, grazie, a presto:)
    @Deborah: macchè!! sono io che sono andata poco in giro ultimamente, ma eccomi, anzi, vengo subito da te!
    @Luciana: Grazie delle tue affettuose parole, un forte abbraccio:)
    @Terry: ciao bellezza, e già, come potrei fare senza fichi tutto l'anno!!

    RispondiElimina
  21. Ciao ! Splendidi questi fichi anche perchè mi danno ancora un po' di calore ...! Non conosco i fichi segalini ma devono essere buonissimi ! Complimenti !

    RispondiElimina
  22. ciao patricia! questa sì che è una delizia... i fichi sono così splendidamente tentatori e si prestano meravigliosamente alle conserve! Un saluto grande, contenta di rileggerti!

    RispondiElimina
  23. @Rosella: Grazie e benvenuta! I fichi segalini sono dei piccolissimi fichi molto sodi ce si usano proprio per fare questo tipo di confettura mantenendoli interi. Bacio, a presto:)
    @Iana: ma sono io contenta di rileggere te, bentornata!

    RispondiElimina
  24. Per i fichi dovete venire in Sicilia o meglio ancora in qualche isoletta della Sicilia.. quest'anno c'è stata un'esplosione di dolcezza, gli alberi della campagna erano carichi di queste meravigliose perle di zucchero..
    non conoscevo i fichi segalini. grazie di questa bella preparazione.

    RispondiElimina