venerdì 5 novembre 2010

Shortbread alle spezie
















Vi lascio dei shortbread per il fine settimana, dato che si preanuncia piovoso e, si sa, piovoso per noi è sinonimo di coccola dolce;)
Questi shortbread non sono i soliti però, sono dei shortbread chai, e sono la prima ricetta del nuovo e bellissimo libro di Sigrid:) Mi è piaciuta l'idea di aggiungere cannella, cardamomo, zenzero e chiodo di garofano, questa volta il shortbread e qualcosa in più ce sapore a (buon) burro.
Come ho detto, il burro, ingrediente principale di questi biscottoni, deve essere il migliore che possiate trovare. Il caso vuole che in frigo ci fosse parecchia panna, più di quella che ho in programma di utilizzare, e allora che ho fatto? il burro che, a questo punto sarà un post a sè dato che è venuto una delizia e che per certe preparazioni è indispensabile... una volta provato non si torna più indietro.
Biscottini del libro di Sigrid, dicevamo, coccolissimo, ideale da avere in questo periodo vicino alle feste per organizzare regalini davvero carini anche nella presentazione, con dolcetti classici, alcuni rivisti, come questo e un capitolo di barattoli salati e bottiglie davvero sorprendenti.
Adesso passiamo alla ricetta:)

350 g di farina
210 di burro morbido a pezzetti
140 di zucchero (io ho messo di canna)
2 cucchiai di latte (non mi sono serviti)
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di cannella in polvere
3 semini di cardamomo macinati
1 cucchiaino da caffè di zenzero
1 chiodo di garofano a polvere (non l'ho messo)

Mescolare zucchero, farina e sale e versare sulla spianatoia. Aggiungere il burro e sbriciolarlo con le dita. Aggiungere (se serve) il latte. Conservare l'impasto coperto al fresco per 2 ore. Accendere il forno a 160°.Stendere con il mattarello con uno spessore di 1 cm, misurare (qui vi voglio vedere...) e tagliare con un coltello molto afilato (io ho usato la mannaia...) a rettangoli uguali... o con la formina che volete. Disporre i biscotti sulla leccarda rivestita da carta da forno e fare dei bucchini con la forchetta (io li ho fatti con un ago da crochet arrotondato). Infornare per circa 35 min. guardando che non si dorino molto, rischiano così di diventare un po' duri.

Vi abbraccio forte augurandovi un buon we:)

34 commenti:

  1. Sono d'accordo con te il profumo delle spezie devono aver dato a questi biscotti un sapore buonissimo, li provo sicuramente per le feste di Natale, ciao prendo la ricetta eh ...grazie :)

    RispondiElimina
  2. Il brutto tempo deve proprio ispirare questi biscotti o sarà che sono gli shortbread a dare senso di coccole. Fatto sta che l'ultima volta li ho fatti l'anno scorso proprio in un week end di pioggia a dirotto. Con questo profumino di spezie richiamano davvero calore e aria di Natale. Ti son venuti perfetti. Un bacione, buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. Come resistere..devo correre a recuperare le spezie e questo w-end si preannuncia coccolo coccolissimo!!
    Grazie e felice fine settimana!
    kiss

    RispondiElimina
  4. sono deliziosi così presentati Patricia! Ti auguro un bellissimo we, un abbraccio....

    RispondiElimina
  5. Che delizia!! Io ho appena sfornato gli scones!! Questo weekend sarà molto coccoloso!!!
    Bacione

    RispondiElimina
  6. wowww, li adoro! Non li ho mai fatti ma mi riprometto di provarci in questo week-end
    Sei proprio Brava, eh!

    RispondiElimina
  7. Gli shortbread sono buonissimi e Cavoletto una garanzia. Bello il libro, eh?!!!!
    Ma anche tu cara Pat, non te la cavi niente male!!!!! Un buonissimo week end, smuack :)

    RispondiElimina
  8. Moooolto calorici, ma meravigliosi, questo si!!! E chissà che profumo...quel libro presto sarà anche mio!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  9. Che belli, mi piace l'aromatizzazione che hai scelto. Buon fine settimana, Sabri

    RispondiElimina
  10. Ma sono stupendi e devono essere squisiti..
    Scusa vogliamo parlate delle teiera con la sua copertina..troppo bella

    RispondiElimina
  11. @Stefania: grazie a te Cara, è sembre bello averti qui:)
    @ Federica: ma sai cosa ho pranzato? un cappuccino con tre di questi;) besote
    @Anna: che bello vederti! Felice fine settimana anche a te
    @Chiara: grazie Cara, un abbraccio:)
    @ Silvia: scones... buoni buoni! bacio
    @Cinzia: sono facili da fare, già più impegnativo tagliarli, è meglio farli con un tagliabiscotti a scelta:)
    @pamirilla: ciao! grazie cara, ci vediamo sulla Riviera...:)
    @simo: in effetti il burro abbonda, ma dai, ogni tanto... bellissimo il tuo sachettino:)
    @sabri: ciao, come va tutto? ti auguro buon we anche a te:)
    @Simonetta: quel maglioncino per la mia tazzina della camomilla l'ho fatta io ma non è una mia invenzione, ho un po' presso inspirazione qua e là, neanche dirti che ogni membro della mia famiglia ne vuole una! ti abbraccio forte:)

    RispondiElimina
  12. trovo perfetto il cachecol per la tazza che accompagna questi deliziosi biscotti: si sa , fuori fa freddo, non resta che scaldarsi così! bellissima la foto e la presentazione...domanda: ma la mannaia serve perchè l'impasto diventa durissimo ??? baci e buon week end

    RispondiElimina
  13. @ roby: ma perché dici che la mannaia serve perché l'impasto diventi duro tesoro?

    RispondiElimina
  14. Hola Pat ... biscottini deliziosi ne andiamo pazzi, specialmente il goloso... la tazza personalizzata è meravigliosa la tua presentazione splendida complimenti...
    besos dai viaggiatori golosi ;)

    RispondiElimina
  15. che belli,Pat !! ti auguro un piacevole fine settimana ;-))

    RispondiElimina
  16. ti ho risposto anche sul mio blog...intendevo dire che mi sembrava di aver capito che l'impasto diventava così duro che si rendeva necessario l'uso della mannaia per tagliarlo! sono stordita (l'età, l'ora,...:-))) )meglio che mi faccia una sana camomilla e me ne vada a nanna! 'notte

    RispondiElimina
  17. @ viaggiatori: grazie! sempre carini! un abbraccio a tutti e due:)
    @ Carol: grazie tesorina, ci sentiamo!

    RispondiElimina
  18. @ roby: avevo capito che qualcosa non andava...:DDDDD cali di zucchero? buona notte tesoro, buon we :))))))

    RispondiElimina
  19. Devono essere spettacolari, quei biscotti burrosi e profumati!
    Da copiare per una giornata di pioggia!
    baci

    RispondiElimina
  20. Le spezie sono le mie adorate! Un quartetto profumatissimo...una coccola senza pari questi biscottini, certo accompagnati da una tazza di tè cosi bella, completa la coccola!

    Ma che carino il cappottinooooo ^___^
    baci tesoro buon fine settimana!

    RispondiElimina
  21. Che belli che sono questi biscotti..mi piacciono nel colore e nella forma e sicuramente ottimi e profumati..devo provare anch'io a fare dei biscotti speziati..Brava!!
    Mi segno la ricetta!
    ciao Morena

    RispondiElimina
  22. Adoro gli shortbread...li hai fatti poi in versione super finger come amo io!!! ottimi da pucciare...e poi speziati...specialissimi!
    adoro quel copritazza!!!

    RispondiElimina
  23. Io adoro gli shortbread.....
    Soprattutto nella forma che gli hai dato tu. Sono dei biscotti fantastici. Ora non resta che provarli con le spezie...devono essere una favola.
    Un bacione

    RispondiElimina
  24. Non solo saranno di certo buonissimi, ma gli hai dato un faccino tanto bello che sono irresistibili anche per gli occhi :-)

    RispondiElimina
  25. @Giulia: moolto burrosi!! Un abbraccio:)
    @Gaia: grazie! mi sono data alla piccola maglia, adesso devo farne una per ognuno dei miei! Bacio!
    @Morena: con le spezie da un tocco caldo, mi piacciono molto. La forma è quella classica ma, non avendo un tagliabiscotti di questa forma, bisogna misurare, a presto:)
    @Terry: già, sono proprio da pucciare, Besos:)
    @Viola, infatti acquistano un gran sapore! un abbraccio cara:)
    @Stefania: grazie:-)PS: guarda che sto pensando alle tue mele, sai!

    RispondiElimina
  26. che bontà! i libri di Sigfrid saranno il mio regalo di Natale :-))) ma oltre ai biscotti mi è caduto l'occhio sul copri tazza è incantevole!!!! e rubo l'idea :-)))) baci Ely

    RispondiElimina
  27. Forse dovrei riprovarci con lo shortbread. L'ho fatto una volta sola e mi è sembrato eccessivamente burroso (io ci avevo messo il timo). Ma con le spezie mi tenta molto, adoro il chai. Anzi, ora mi faccio proprio un tè chai. Buona domenia

    RispondiElimina
  28. mi sono regalata anche io il fantastico libro di sigrid e la prima ricetta che ho adocchiato è stata proprio quella degli shortbread chai! ti sono usciti proprio bene e hai trovato anche i nastrini!! sei fantastica!!

    RispondiElimina
  29. Quanto mi piacciono questi...belli burrosi!!!!Sono perfetti davvero!!!Smack!

    RispondiElimina
  30. @Ely: cara, il copritazza a te verrà d'incanto, altro che il mio! Un abbraccio:)
    @Alex: si in effetti sono molto burrosi e poi se li farò un'altra volta saranno sicuramente più piccoli. A te invoglia il chai, invece a me sembra un'idea fantastica con il timo! un caro saluto.
    @Valeria: allora, i nastrini... questo l'ho trovato in primavera sulla felpa (del nano) di mia figlia, in pratica sosteneva con un ago di sicurezza il cartellino. Quando l'ho visto mi sono andati gli occhi fuori dalle orbite e, naturalmente me lo sono tenuto con l'idea di usarlo per legare i biscotti. Poi è rimasto lì dimenticato e quando ho visto il libro mi sono ricordata. Non si trovano in giro, almeno qui a Padova ma li ho trovati su Etsy e ne ho acquistati diversi, aspetto il mio pacco:) besos
    @Ambra: Grazie cara, un abbraccio:)

    RispondiElimina
  31. che superbello il copritazza, e i biscotti, hanno un aspetto splendido!
    :)
    buon inizio settimana! ciau!
    vaniglia

    RispondiElimina
  32. che buonii, io adoro i biscottini!!
    COmplimenti, se ti va seguimi su www.federicadeprezzo.blogspot.com

    RispondiElimina
  33. che bele ricette e foto... mi faccio ancora un giro tra le tue ricette, intanto contami tra le tue lettrici fisse da oggi! A presto, Giorgia

    RispondiElimina