mercoledì 7 aprile 2010

Tarta di asparagi, speck e mozzarelline afumicate


Primo picnic di primavera in occasione della Domenica delle Palme nella bellissima Abbazia di Carceri, vicino ai Colli Euganei.
Purtroppo quel giorno non avevo portato la macchina fotografica e quindi non riesco a farvi vedere la suggestione di questo posto, ma per fortuna ho fotografato questa semplicissima crostata salata  fatta con la pasta sfoglia.
Sperando che i miei computer tornino presto a casa ottimizzati e in piena forma, ho avuto in prestito per un paio d'ore un notebook che mi permette di collegarmi con voi:))
Devo confessarvi che continuo ad essere distratta, pigra e sommato a questo, con piccoli incidenti di percorso, peraltro del tutto normali.
Volevo ringraziare moltissimo a Pasticciona per il premio che mi ha concesso: Grazie per aver pensato a me, ho visto il tuo messaggio da poco e veramente ti ringrazio di cuore e mi sento davvero onorata.
Per finire le chiacchiere vi ricordo che vi aspettiamo Domenica 11 nella cucina della Cassetta delle Pesche (ormai in fiore) per cucinare insieme empanadas, alfajores de maicena, dulce de leche, pastel de choclo e una sorpresa; sarò felice di stare insieme a Voi.

Adesso ricetta:
500 g di asparagi verdi
3 scalogni tagliati a rondelle
1 rotolo di pasta sfoglia congelata
4 uova
200 g. di ricotta freschissima
150 g. di speck a fettine e tagliato grosolanamente
4 mozzarelline afumiccate tagliate a fettine
sale rosa Himalayano q.b.
timo q.b.

Accendere il forno a 180°.
Bollire in acqua salata gli asparagi puliti fino a che diventino teneri. Selezionare 4 o 5 belli e tagliare il rimanente a pezzettini. e importante scolarli bene, senò andrano a bagnare la sfoglia.
Intanto imbiondire le fettine di scalogno in poco olio e una noce di burro. Aggiungere i pezzetti di asparagi e far asciugare un pò a fuoco basso.
Aggiungere lo speck, mescolare velocemente e spegnere lasciando raffreddare. salare e aggiungere il timo.
Sbattere le uova schiumose e chiare, aggiungere la ricotta, mescolare e incorporarla bene.
Stendere la sfoglia e fare dei bucchi con una forchetta.
Aggiungere gli asparagi alle uova, mescolare poco e distribuire sulla sfoglia.
Decorare con gli asparagi interi e le fettine di mozzarelline. Infornare 30 min. o comunque fino a cottura ultimata.
Niente di sofisticato ma davvero piacevole.
Importantissimo è la qualità degli asparagi e delle uova.

Al prossimo post due ricettine tipiche del Ampezzano che la nonna di un mio amico mi ha amorevolmente trasmesso durante le mie vacanze di Pasqua.
A presto;))

11 commenti:

  1. Gustosa e molto primaverile questa torta salata. Mi piacciono moltissimo gli asparagi e l'abbinamento con speck e scamorza affumicata lo trovo perfetto.
    Ho scoperto da poco i vari tipi di sale e non avrei mai immaginato che si notasse la differenza e invece...Quello rosa oltre ad esaltare il gusto è anche ricchissimo di proprietà salutari ;)
    Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  2. ohi patricia, in bocca al lupo per domenica! ciao!!!!

    RispondiElimina
  3. questa tarte fa veramente primavera e pic nic!!!

    RispondiElimina
  4. @Federica: anche a me piace molto questo abbinamento. Il sapore è gustoso ma delicato. Per quanto riguarda i sali io ero neofita in materia (uso pochissimo sale per mangiare) ma con le spiegazioni di Fabio Fassone mi sono appassionata e adesso li ho quasi tutti;))
    @Babs: Grazie!! ci manchi solo tu;))
    @Alem: benvenuta! la tua icona con la manina mi è sempre piaciuta!!:))

    RispondiElimina
  5. ciao patricia ti ho lasciato un blog award sul mio ultimo post!così possiamo conoscerci meglio! a presto

    RispondiElimina
  6. ciao, mentre guardo questa invitante torta agli asparagi, la mia attenzione è attratta dalle paroline Colli Euganei,e poi mi accorgo che tu vivi a Padova.
    Io ci ho abitato fino a 10 anni ma i miei cugini abitano ancora lì e tutte l mie estate fin quasi ai 25 anni trascorse in buona parte in loro compagnia
    a presto

    RispondiElimina
  7. @Irene B: Ti ringrazio di cuore per aver pensato a me. Ti seguo da un pò ma credo di non aver mai commentato. Mi piace molto come scrivi:)
    Grazie di nuovo, un abbraccio
    @Fede: Un bacio a tutte e due:)
    @Orchidea: sei nata a PD? ma dove sei adesso?

    RispondiElimina
  8. Adesso vivo a Roma, sono nata a Roma ma sono venuta a Padova a 3 mesi e avendo ancora parenti lì mi sento padovana di adozione.
    baciottoni

    RispondiElimina
  9. bella la tua crostata
    immagino sia finita in un secondo

    RispondiElimina
  10. che bella ricetta, è da fare!Complimenti!

    RispondiElimina