mercoledì 17 luglio 2013

Tartelette al cocco e lime per festeggiare un inizio insieme a Leifoodie




Eccoci di nuovo.
Un po' di viaggi gourmet, a caccia di mozzarelle di bufala su Le strade della mozzarella, dove ho avuto la fortuna di rivedere dei miei carissimi amici.
In Svizzera, alla ricerca del migliore Emmentaler prodotto al mondo. Sulle tracce del vero Gruyére oppure immersi nella affascinante storia del Tête de Moine, il formaggio a petali, tanto delicato ed etereo agli occhi quanto di carattere e persistente al palato, io lo chiamo il formaggio "mano di ferro, guanto di velluto".
Come dice una mia compagna di blog, solocosebelle :)
In verità, non ci sono state solo cose belle. No.
Impegnata in costruirti una vita perfetta, può arrivare il momento che te ne accorgi che non é tale.
Con l'aiuto del tempo, capisci che la cosa importante é semplicemente vivere ed avere tante passioni, e anche qualche vero amico.
Concludo dicendo che mi sento una persona davvero migliore :)
Ma adesso vorrei raccontarvi delle novità.
Quando mesi fa ho ricevuto la telefonata della RCS con la proposta di partecipare al nuovo canale Leifoodie ci ho pensato un po' e in seguito ho accettato, entusiasta di formar parte di questo nuovo progetto.
Leifoodie e un nuovo canale che non tratta solo ricette ma a tutto quello che gira intorno al cibo e alla gastronomia. É un canale personalizzabile, potete creare le vostre impostazioni selezionando i vostri temi preferiti, sarete aggiornati su tutto quello che succede nel mondo del food. Potete partecipare al forum, ai concorsi, fare domande, esprimere dubbi, postare le vostre ricette, partecipare a corsi di cucina, quello che volete!
Vi lascio qui il link di benvenuto del Direttore, Simona Todesco, che spiega cosa é Leifoodie.
Qui, su aroma di casa, non cambierà praticamente niente, avete in aggiunta il collegamento diretto con Leifoodie in alto e vedrete qualche banner a destra. Tutto qui.



E adesso ricetta (Ladureé): Tartelette cocco e lime.
Devo dirvi che adoro i dolci al limone. Oltre al sapore dolce, danno quella sensazione di fresco, leggermente acido, profumato, genuino. Qui, il sapore viene scaldato dal cocco, esotico e dal gusto pastoso, creando un equilibrio perfetto, che sa d'estate. Adoro.
Come vedete ho fatto sia le Tartelette che quelle piccoline per il té o il caffè, che si possono mangiare in un solo boccone. Potete anche fare una crostata di 24-26 cm di diametro, se preferite.
Non vi spaventate per i diversi passaggi (sono 2 creme più la frolla). In verità è tutto semplice e di veloce esecuzione. Se vi organizzate un minimo farete un dolce davvero speciale.

Frolla:
250 g di farina
150 g di burro tagliato a dadini (toglierlo dal frigo una quindicina di minuti prima)
100 g di zucchero
2 tuorli sbattuti
1 pizzico di sale
Buccia grattugiata di un limone non trattato, solo la parte gialla

La frolla potete farla nella planetaria oppure utilizzando le mani. Io preferisco usare le mani, credo che il risultato degli impasti sia migliore, inoltre mi rilassa molto farlo e lascia le mani meravigliosamente morbide!
Sul banco di lavoro disponete la farina a forma di corona, in mezzo lo zucchero, i tuorli, il burro, il sale e la buccia di limone grattugiata. Cominciate ad amalgamare gli ingredienti centrali con le due mani e piano piano aggiungete la farina presa dalla parte interna. Otterrete una sabbia che continuerete a lavorare sino a che avrete tra le mani un impasto liscio e omogeneo. Avvolgete con pellicola e portate in frigo almeno un ora.

Crema al lime:
Scorza grattugiata di un lime non trattato ( solo la parte verde)
150 g di zucchero
5 g di maizena
3 uova medie intere sbattute
115 g di succo di lime (aprox. Il succo di 2 lime)
250 g di burro (tolto dal frigo 1/2 ora prima e tagliato a cubetti)

Mescolare in un pentolino la scorza grattugiata del lime, lo zucchero, la maizena, le uova sbattute e il succo di lime. Mescolare e far cuocere a fuoco basso affinché la crema prenda consistenza. Togliere dal fuoco, lasciar raffreddare una decina di minuti e aggiungere il burro ammorbidito a cubetti mescolando bene in modo di rendere la crema uniforme. Conservare la crema coperta in frigo sino ad utilizzo.

Crema al cocco:
60 g di panna fresca appena montata
25 g di burro fuso e raffreddato a temperatura ambiente
25 g di zucchero
25 g di cocco grattugiato
1 cucchiaio di rum
1 uovo intero sbattuto
25 g di maizena

In una ciotola mescolare il burro fuso con lo zucchero e il cocco. Aggiungere il rum, l'uovo sbattuto, la maizena e per ultimo la panna. Mescolare semplicemente con una forchetta.




Accendere il forno a 180 gradi.
Stendere la frolla, foderare gli stampini di tartelette precedentemente imburrate, fare dei bucchi sulla superficie dell'impasto con una forchetta, coprirle con carta da forno e sopra, riempirli con le palline di ceramica per cottura oppure con dei ceci secchi (che poi riporrete in un barattolo e li conserverete per cuocere le frolle in bianco, cioè senza ripieno). Cuocere le tartelette per una decina di minuti sino ad ottenere una colorazione bionda. Toglierle dal forno, togliere le palline di cottura e la carta da forno, lasciar raffreddare una decina di minuti. Con un cucchiaio stendere la crema di cocco (spessore 2-3 millimetri). Riportare in forno ancora una decina di minuti sino a dorare la crema di cocco e colorare l'impasto. Togliere dal forno e lasciar raffreddare 15 min.
Per finire, stendere sopra la crema di lime e grattugiare un po' di scorza verde di lime su ogni tartelette.

Se vi avanza frolla e non desiderate utilizzarla, potete conservarla benissimo in freezer all'interno di un sacchetto di plastica per alimenti, perfettamente chiuso.





- Posted using BlogPress from my iPad

2 commenti:

  1. Tartellette deliziose come le tue parole. Vero: tempeste e sole fanno parte di un'unica cosa.. la vita. Quella vera, quella che ti fa capire concretamente dove devi andare e ciò che devi ancora imparare. Sei straordinaria e ti mando un abbraccio enorme. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely, grazie, non potevi dirmi parole più belle. Beso grande <3

      Elimina