domenica 20 maggio 2012

Spaghetti in carbonara di bruscandoli abbinato al Gambellara DOC




Giornata particolare oggi.
Mille pensieri e sentimenti che fanno a botte.
L'orrore del attentato a Brindisi.
Il mio bellissimo ricordo dei miei giorni a Paestum a "Le strade della Mozzarella", viaggio che vi racconterò per filo e per segno nel prossimo post.
Oggi, e sul filo del rasoio, posto una ricetta per il contest delle mie amiche Angela e Chiara Maci, naturalmente del blog Sorelle in Pentola.



Il contest tratta dell'abbinamento perfetto tra pietanza e vino.
La ricetta deve utilizzare prodotti veneti.
Ho cucinato questi spaghetti di ottima qualità in una carbonara di bruscandoli tipici del Venrto ma che altro non è che luppolo selvatico.

Ingredienti per 2 persone:
140 g di spaghetti
2 tuorli grandi
3 cucchiai di grana Padano
2 mazzetti di bruscandoli
Pepe bianco Muntok di q.b.
Sale del Hymalaya q.b.
1 cucchiaino di strutto

Lavare velocemente i bruscandoli, tagliare la parte più dura e far bollire in acqua salata per 4-5 min. Scolare e tuffarli nell'acqua ghiacciata. Ritirarlo dopo qualche secondo. Tagliarli a pezzettini tranne la punta che deve rimanere intera.
In una padella mettere il cucchiaino di strutto e saltarli a fuoco basso per pochi minuti.
In abbondante acqua bollente salata cuocere gli spaghetti al dente.
In un contenitore sbattere bene i tuorli, 2 cucchiai di grana e un Po di pepe bianco muntok macinato al momento.
Scolare gli spaghetti, tenere un po di acqua di cottura versarli nella pentola calda e aggiungere poca acqua di cottura, mescolare velocemente e versare i tuorli sempre mescolando. Il segreto della carbonara cremosa è non superare i 65 gradi, altrimenti il tuorlo solidifica e non avrete più la crema ma una frittata spezzata piccolissima perciò, con molta attenzione dovete giocare sul calore e, al bisogno, aggregare acqua di cottura e mescolare sempre. Aggiungere i bruscandoli e continuare a mescolare.
Servire formando un nido con un forchettone e un mestolo e adagiate sul piatto con qualche punta di bruscandoli, il grana rimanente e, se vi piace, appena un po' di pepe bianco.
L'abbinamento perfetto per questo piatto è il Gambellara DOC, perfetto insieme a uova e bruscandoli.



- Posted using BlogPress from my iPad

7 commenti:

  1. Ciao tesoro, grazie per aver partecipato con questa bella ricettina. Semplice si ma ha un aspetto che invoglia solo a guardarla. Cremosa e chissà che profumino...
    Brava Pat...in bocca al lupo.
    Aspetto i racconti del Cilento.
    Un besito

    RispondiElimina
  2. Complimenti....per la ricetta e per il blog!

    A presto

    RispondiElimina
  3. ma che meraviglia i tuoi spaghetti!!! mi piace moltissimo il luppolo selvatico, ma pensa che a parte risotto e frittata non l' ho mai mangiato diverrsamente.. eppure questa pasta invoglia solo a guardarla.. sarà che come al tuo solito è tutto perfetto? dalla ricetta alla foto alla presentazione del piatto??? :O) un bacione e... non vedo l' ora di leggere i dettagli de le strade della mozzarella... facci sognare! :O))
    smack!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao:) Infatti l'idea è nata mettendo insieme i bruscandoli e le uova della frittata per fare la carbonara di bruscandoli. Grazie, ti abbraccio :)

      Elimina
  4. patricia e che carbonara da leccarsi i baffi complimentissimi come sempre

    RispondiElimina