mercoledì 16 giugno 2010

Dentice al prezzemolo, limone e aglio con patate e burro maitre d'hotel




Con mille progetti inizio questo periodo estivo, cercando di ricaricarmi di energie e di idee nuove nella nonchalance dell'estate.
Nonchalance per modo di dire dato che devo fare le stanze dei bambini che dormono ancora insieme , dipingerle e arredarle sistemando tutto per Agosto.
Mille progetti, tessuti, colori motivi e ispirazioni, la lettura del colore e dello stile, le palette di colori di fronte alle quali sto ore e ore pensando che il colore giusto non l'ho ancora trovato... i pittori, i muratori e i falegname e il sogno di rifarmi la cucina rendendola unica a realizzata alla mia immagine... mi acontenterò di finire bene la stanza dei ragazzi, ecco la tavolozza di colori per Ricky e alcuni cuscini, oggetti e tessuti di tende e ancora altri cuscini.





Ieri sera ho fatto questo dentice dalla carne bianca, delicato e delizioso.
Dovete sapere che in Argentina le preparazioni di pollo o pesce contenente aglio, prezzemolo e vino bianco si chiamano "alla provenzale", qui non è così ma diciamo, a questo tema mi sono ispirata.
Per finire ho preparato un burro maitre d'hotel che arriva diretto dagli anni '80 e si serve (in onore a quegli anni) su una fetta di limone.



2 dentici puliti
4 scalogni  tagliati in 4
8 patate piccole pelate e tagliate in piccoli pezzi
3 denti d'aglio schiacciati
1 limone + 2 fettine per il burro
1/2 bicchiere di vino bianco
prezzemolo trittato
Sale q.b.
olio evo q.b.
Per il burro:
un cucchiaio abbondante di burro
sale
prezzemolo trittato
succo di 1/2 limone

Accendere il forno a 200°, in una leccarda da forno stendere della carta da forno, disporre le patate, gli scalogni, e l'aglio e un po' d'olio. Mettere in forno 15 minuti. Intanto pulire il pesce, squamare e togliere le interiora, sistemare dentro il pesce una fettina di limone, salare e aggiungere del prezzemolo trittato, ritirare dal forno la leccarda, accomodare i dentici, salare e aggiungere il prezzemolo sopra il pesce e le patate. Rimettere in forno 30 min. A metà cottura irrorare con il vino bianco.
Preparare il burro mescolandolo una volta morbido con sale, prezzemolo e succo di limone a piacere, mescolarlo bene e disporre sopra una fettina di limone. Servire  con il pesce e le patate. Questo burro servira per accompagnare i filetti di dentice.




Volevo infine ringraziarvi degli auguri, ringrazio alle mie amiche di blog e a quelle appena conosciute che sono approdate qui, sono stata felice di conoscervi:)
Finalmente domani avrò il tempo di venire a curiosare da voi :))
Vi auguro a tutti buon fine settimana!

19 commenti:

  1. Che eccitazione quando ci sono cose da fare da scegliere per la propria casa!!!Io adoro fare progetti per cambiare e migliorare la mia casetta!!!Ottima idea anche il pesce...molto raffinato!Bacio

    RispondiElimina
  2. Ciao cara Patricia, bentornata!
    Complimenti per la scelta dei tessuti della cameretta, davvero belli. Anche quel dentice sembra ottimo!
    Un bacione.

    RispondiElimina
  3. Ho risistemato casa lo scorso settembre: ero nel panico totale prima di iniziare i lavori e ogni giorno cambiavo idea sui colori. Cuscini e tessuti che hai scelto per la cameretta sono veramente deliziosi, in sintonia perfetta con i miei gusti come la tua ricetta. mai sentito il burro sulle fette di limone..ignoranza abissale la mia :((! Un bacio cara, buon restyling ^__^

    RispondiElimina
  4. ciao bella! che bella scelta l'arredo per la cameretta...e complimenti per questa ricetta tutta da copiare!!baci!

    RispondiElimina
  5. veramente brava come sempre, mi pisce molto questo accostamento :)

    RispondiElimina
  6. ciao cara! come sempre ricetta appetitosa! ma vorrei che qualcuno mi spiegasse perchè i figli degli altri accettano camerette con colori soft, trendy, molto stile "hamptons"...mia figlia quando era piccola era tutta lei e rosa/rosa fucsia e brillantini!!!avessi proprosto dei colori così mi avrebbe guardata male!
    sei fortunata!!! solo ora, posso permettermi i "miei" colori, ora che mia figlia, alias marie antoinette ,è diventata grande e ,forse fin troppo, soffisticata! comunque bellissime le stoffe e anche il teddy bear! ti abbraccio

    RispondiElimina
  7. Que rico Pat !! Mañana voy a comprar besugo y lo hago !!
    Que lindo arreglar los cuartos de los chicos, voy a empezar aqui' tambien con el cuarto de mi nena...espero no salga todo rosa...

    RispondiElimina
  8. what a wonderful recipe for fish!! I always order roasted whole fish when I go to my favorite Italian restaurants, I don't know why I have never tried it myself...
    thanks so much for the inspiration!

    RispondiElimina
  9. @Ambra: Anche a me piace!! Grazie, buon WE:)
    @Katia: Grazie cara, a presto:)
    @Federica: penso che tu sia più giovane di me... questo è un burro che si serviva con il pesce nei '70-'80... Un abraccio, Buon WE:)
    @Federica: Se vediamo quelle che ne combini tu!! ;)
    @Stefania: sono contenta che ti piaccia:)
    @laroby: Guarda, con Carla mi succedeva la stessa cosa ma senza esagerare... per dirti, la sua stanza è nei toni del giallo con tendaggi e copriletto in toile de juy, e quello rimane riadattandolo un po' alla sua età. Anche lei voleva brillantini ecc. ma con la stanza ho tenuto duro!! Con Ricky nessun problema dato che questi sono proprio i suoi gusti...Penso poi, che tua figlia, con la mamma che si ritrova, nel suo stile avrà un ottimo gusto!! Baci:)
    @Glu.fri: ma el besugo es el dentice? sabès que no me acuerdo!! abrazos:)
    @chef Dennis: Welcome:) see you soon!

    RispondiElimina
  10. Ciao, grazie per questa ricetta di pesce..

    RispondiElimina
  11. Il dulce è buonissimissimo!!
    Me ne sono innamorataaaaa!!

    RispondiElimina
  12. ciao cara complimenti per l'arredo e anche per il blog.mi piace la tua ricetta nello stesso semplice ma raffinata!

    RispondiElimina
  13. @Libera: grazie:)
    Buon inizio settimana!
    @Silvia: l'hai postato?, vengo a vedere... baci
    @Lucy: benvenuta:)

    RispondiElimina
  14. No, sono senza macchina fotografica e con il cellulare non rende..il colore è scuro come quello tuo con la panna ma la consistenza è come quello al latte..non capivo bene quando smettere di farlo cuocere perchè non si raddensava mai, non vedevo il fondo della pentola. Infatti è molto scuro. Però è buonissimo!!!

    RispondiElimina
  15. @Silvia: è il problema che si può presentare: la cottura. Innanzitutto pentola larghissima, se non hai visto il fondo, probabilmente ti è rimasto liquido, anche dopo una notte in frigo!!! fammi sapere!!

    RispondiElimina
  16. Prova a vedere la foto, l'ho fatta adesso. La trovi nella colonna a sinistra del mio blog, un po' in fondo.

    RispondiElimina
  17. Eccomi qua! ^_^
    Piacere di conoscerti mia cara!
    Ricetta originale , adoro all'impazzata il pesce!

    E' vero è impegnativo arreddare e ristrutturare, ma anche tanto divertente vero?

    Un bacione e a presto ^_*

    p.s Grazie per la visita!

    RispondiElimina
  18. Ciao! approdo oggi sul tuo blog per la prima volta.... il titolo mi ha subito attratta: "aroma di casa" mi ha subito evocato il profumo accogliente e familiare che dalla cucina si sprigiona in tutta casa. Beh, piacere di conoscerti e complimenti per il blog!

    RispondiElimina
  19. @vale: grazie,che belle parole! Benvenuta:)

    RispondiElimina