domenica 27 dicembre 2009

Pere al Barolo, the e spezie



Il Natale è passato e, come ogni anno, mi manca già, eh si, perchè la  festa che mi scalda davvero il cuore è il Natale.
Il capodanno invece è una specie di sfida con me stessa, nel senso che fisso degli obiettivi, di come potrei essere migliore persona in tutti i ruoli che svolgo nella mia vita, di come potrei smussare i miei spigoli...
Intanto vi lascio la ricetta semplice semplice di queste pere che da parecchi anni faccio per il pranzo di Natale.
Il sapore e pieno, speziato ma squisitamente delicato.
E' importante usare un vino di buona qualità il quale fa davvero la differenza di questo semplice dessert.
Di solito le sbuccio ma quest'anno (mi credete!!??) tra diversi pensieri: idraulico, impegni e poco tempo, mi sono dimenticata!!! Ma non sono venute affatto male:)
La ricetta che vi darò è basata sulle quantità che faccio io, un pò' a occhio;)

15 pere Kaiser piccoline
5 cucchiai di zucchero
5 cucchiai di zucchero demerara
1 l. di Barolo di buona qualità
4 stecche di canella
10 chiodi di garofano
2 cucchiaini di the nero speziato messo dentro un filtro ad immersione
buccia di 1 arancio
succo di un arancio
buccia di un limone

Versare il vino in una pentola che contenga le pere, possibilmente strette, altrimenti dovrete inserire tra pera e pera della carta cucina che le contenga e le tenga ferme in modo che il picciuolo sia sempre fuori dal liquido di cottura bollente senza che le pere si rovescino. aggiungere gli zuccheri, il succo di un arancio e mescolare un po'.
Bisogna tagliare la base delle pere in modo che stiano in piede e, se lo volete, sbucciare e togliere il centro con un levatorsolo senza arrivare in cima alla pera ma togliendo semplicemente la parte centrale con i semi.
Adaggiare le pere nella pentola, e aggiungere tutti gl altri ingredienti.
Portare a bollore e cuocere a fuoco basso per 45 min- 1 ora finchè sono tenere ma non spapolate! devono mantenere una struttura.
Ritirare le pere e ridurre il fondo di cottura se necessario fino ad adensamento.
Filtrare lo sciroppo ottenuto, riadaggiare le pere nella pentola e lasciare una notte in frigo.
Servire tiepide con una pallina di gelato fiordilatte o panna.



5 commenti:

  1. Patricia Patricia, abbi pietà di noi!!!!
    Ancora i tortellini di Natale combattono con le crepes della vigilia, nel mio povero stomaco, oggi ho saltato la colazione, pranzato con un caffè e latte, cenato con l'ultimo avanzo di spezzatino natalizio, e tu già ci proponi nuove ricette?
    Spiacente ma in questo momento non sarei in grado di apprezzare nemmeno .... delle pere al barolo!
    Ne riparliamo dopo l'Epifania, quando mi sarò minimamente riconciliata con il cibo...
    Nel frattempo ti auguro un 2010 pieno di.... tante nuove ricette da sperimentare e tanti amici con i quali condividerle!
    Besos,
    Dani

    RispondiElimina
  2. Si Dani, lo so, neanche io ce la faccio più, ma ricordati che questo è un ricettario, e posto quello che cucino... e mi dispiace ma domani arrivano....gli agnolini di Natale!!!
    ce se mai ci faremmo n pensierino per il prossimo Natale:)
    Ti auguro un 2010 dove si possa realizzare quello che desideri, i tuoi sogni e desideri, di cuore:)
    Un abbraccio
    Patricia

    RispondiElimina
  3. Buone le pere speziate con il barolo!

    RispondiElimina
  4. Io le apprezzo invece, specie se c'è il tè, un bellissimo tocco, brava!
    Auguri per la prossima sfida allora ;-)

    RispondiElimina
  5. @Gloria: Grazie! Auguri di buon 2010 per te e i tuoi cari, a presto
    @Dada: si... in effetti con il tè il sapore ci guadagna veramente. Auguro anche a te il meglio per il 2010:)

    RispondiElimina